Prendere Residenza a Malta: il Global Residence Programme

Il Global Residence Programme (GRP) è stato introdotto per i cittadini non UE, non SEE e non svizzeri. Le regole del GRP conferiscono ai soggetti la cui richiesta sia stata accettata uno status fiscale speciale. Il soggetto idoneo a presentare domanda secondo le norme del GRP deve dimostrare in maniera convincente al commissario per le […]

Written By ACT Team

On Giugno 24, 2020
"

Read more

Il Global Residence Programme (GRP) è stato introdotto per i cittadini non UE, non SEE e non svizzeri. Le regole del GRP conferiscono ai soggetti la cui richiesta sia stata accettata uno status fiscale speciale.

Il soggetto idoneo a presentare domanda secondo le norme del GRP deve dimostrare in maniera convincente al commissario per le entrate (“il Commissario”):

  • Di possedere una “proprietà immobiliare qualificante” situata nelle isole maltesi, definita come il bene immobile acquistato a Malta che è stato (i) acquistato a Malta per un importo non inferiore a € 275.000 oppure a Gozo o nel sud di Malta per un importo non inferiore a € 220.000; o altresì, (ii) di aver preso in locazione un bene immobile per non meno di € 9.600 l’anno nel caso di un immobile situato a Malta o € 8.750 per un immobile situato a Gozo o nel sud di Malta. In ogni caso, detto immobile deve essere occupato come luogo primario di residenza;
  • Di non beneficiare dello schema di regolamentazione della residenza, delle regole dell’High Net Worth Individuals riguardanti i cittadini UE/SEE/svizzeri, delle regole dell’High Net Worth Individuals riguardantii cittadini non UE/non SEE/non svizzeri, delle regole del programma maltese di pensionamento, delle norme per la qualificazione dell’occupazione in innovazione e creatività né delle norme riguardanti le persone altamente qualificate;
  • Di non essere un “residente di lungo periodo” a Malta, ovvero il soggetto non deve né godere dello status di residente di lungo periodo, così come definito secondo le disposizioni dello status dei residenti di lungo periodo (per i cittadini di paesi terzi), né deve aver risieduto legalmente e ininterrottamente a Malta per cinque anni consecutivi;
  • Di disporre di risorse stabili e regolari sufficienti a mantenere se stesso/a e la famiglia a carico senza ricorrere al sistema di assistenza sociale maltese;
  • Di essere in possesso di un documento di viaggio valido;
  • Di essere in possesso di un’assicurazione sanitaria per se stesso/a e per i familiari a carico che copra, in tutto il territorio dell’UE, tutti i rischi normalmente coperti per i cittadini maltesi;
  • Di essere una persona corretta e onesta; e
  • Di comunicare in maniera adeguata in una delle lingue ufficiali di Malta.

Le condizioni sopraelencate devono essere soddisfatte in via continuativa.

Secondo le disposizioni del Global Residence Programme, un’aliquota forfettaria del 15% è applicata al totale dei redditi dichiarati a Malta. L’imposta minima annuale di € 15.000 è dovuta non oltre il 30 aprile dell’anno in cui i redditi sono stati ricevuti a Malta e tale pagamento deve essere accompagnato da una dichiarazione resa al Commissario con la quale si fornisce prova che tutti i requisiti continuano a essere soddisfatti. L’imposta minima per il primo anno deve essere pagata prima della concessione dello status fiscale speciale.

I richiedenti il Global Residence Programme non sono soggetti a requisiti minimi di permanenza. Tuttavia essi non possono trascorrere più di 183 giorni in altre giurisdizioni.

Una tassa amministrativa non rimborsabile di € 6.000 (€ 5.500 nel caso di richieste riguardanti una proprietà immobiliare qualificante situata nel sud di Malta) deve essere pagata con assegno circolare intestato al Commissioner of Inland Revenue e allegato al modulo di richiesta.

I richiedenti il Global Residence Programme dovranno inoltre essere in grado di lavorare o avviare un’attività a Malta e saranno assoggettati a un’aliquota fiscale forfettaria del 35% su qualsiasi reddito prodotto a Malta. 

Secondo il Global Residence Programme, i residenti stranieri, compresi i loro familiari a carico devono essere coperti da assicurazione sanitaria.

Per familiare a carico del richiedente principale, si intende uno qualsiasi dei seguenti soggetti:

  • il coniuge del beneficiario o una persona con la quale il beneficiario è in una relazione stabile e duratura;
  • i figli minori, compresi i minori adottati, che siano in cura o custodia del beneficiario o della persona di cui al primo punto di questo elenco;
  • i soggetti di età inferiore a 25 anni, comprese le persone adottate, che siano figli di, e siano in cura e custodia del beneficiario o della persona di cui al primo punto di questo elenco, a condizione che tali soggetti non siano economicamente attivi;
  • i soggetti, comprese le persone adottate che siano figli di, e siano nella cura e custodia del beneficiario o della persona di cui al primo punto di questo elenco e che, a causa di malattia o disabilità, non siano in grado di provvedere al proprio sostentamento;
  • i fratelli, le sorelle e i parenti diretti in linea ascendente posti a carico del beneficiario o della persona di cui al primo punto di questo elenco.

Il soggetto al quale sia stato concesso lo status fiscale speciale dovrà soddisfare i seguenti obblighi in via continuativa:

  • non deve diventare cittadino maltese, SEE o svizzero;
  • non deve diventare residente di lungo periodo;
  • deve mantenere la proprietà immobiliare qualificante; 
  • deve mantenere l’assicurazione sanitaria e continuare ad avere risorse stabili; 
  • non deve permanere in altre giurisdizioni per più di 183 giorni di anno solare; e
  • deve rispettare gli obblighi speciali di reporting (presentazione di una dichiarazione annuale dei redditi) e le notifiche.

La richiesta di status fiscale speciale deve essere effettuata tramite i servizi di una persona qualificata come ‘Mandatario autorizzato’ che sia registrata come tale presso il dipartimento delle entrate. ACT Advisory Services Limited è in grado di offrire questo servizio in quanto è registrata come mandatario autorizzato.

Prendere Residenza a Malta

How can we help?  

For further information, please contact one of the firm’s tax partners, Stephen Balzan on sbalzan@act.com.mt or Elaine Camilleri ecamilleri@act.com.mt. ACT can help you understand the changes to the tax rules and how these can impact your business.  

Apart from its offices in St. Julian’s Malta, ACT operates from a second office in Gozo, which is situated in the capital city of Victoria.  For an appointment in our Gozo office, please call on 00356 21378672 or send us an email on info@act.com.mt.